mercoledì 31 ottobre 2018

Top Ottobre 2018

Questo mese ho potuto vedere al cinema il film d'animazione Mirai.
Kun è un bimbo di 4 anni che vive con i suoi genitori e un cane.
Un giorno, la mamma torna a casa con in braccio la piccola Mirai: ora Kun è un fratello maggiore!
Il suo entusiasmo però si trasforma presto in gelosia e questo porta il protagonista a fare dispetti all'inerme sorellina e capricci assolutamente insensati.
Ogni volta che Kun viene sgridato, sentendo di non essere amato, esce in giardino a piagnucolare e lì incontra personaggi tanto reali quanto magici che gli faranno comprendere cosa sta accadendo e accettare la presenza della sua sorellina.

Questo film mi è piaciuto veramente tanto!
In qualche modo ho potuto assistere all'evolversi di vicende simili nella vita reale con i bimbi di alcune amiche e, in questo anime, ho rivissuto quelle situazioni tanto tragiche quanto divertenti fatte di bimbi gelosi dei loro fratellini piccoli appena arrivati.
Penso che la realtà di questo film sia tangibile e il tocco di eventi fantastici sia inserito in modo stupendo.
Più che un film che possa aiutare i bambini ad accogliere un nuovo membro in famiglia, è un film che aiuta i genitori a comprendere la gelosia dei bimbi più grandi e il modo in cui loro riescono ad accettare la situazione (più o meno).
Assolutamente consigliato!
*




Ho guardato l'anime in 12 episodi Tenshi no 3P.
Kyo è un ragazzo che dovrebbe frequentale la scuola superiore ma a causa di un trauma non riesce a interagire con nessuno e quindi ad uscire di casa. Le uniche persone che vede sono sua sorella e il commesso di un minimarket dove si reca solo per necessità.
Il ragazzo passa tutto il suo tempo davanti al pc e la cosa che ama fare è comporre musica e condividerla in rete.
Un giorno, un tale Jun, gli invia una mail molto formale lodando la sua musica e chiedendo un incontro. Kyo è molto titubante al pensiero di poter incontrare un estraneo ma il tono della mail gli è sembrato quello di un uomo maturo e colto che avrebbe potuto capirlo, quindi decide di recarsi all'appuntamento.
Giunto sul posto, il nostro protagonista, scopre che Jun è una timidissima bimba che frequenta la scuola elementare ed è insieme ad altre sue due amichette: la spavalda Nozomi e l'assonnata Sora.
Per nulla intimidito da bimbe così piccole, Kyo le segue e decide di ascoltare la loro richiesta: le bimbe sono orfane che vivono in una chiesa; nello scantinato sono conservati dei vecchi strumenti musicali e le tre amichette, già educate alla musica, hanno formato un piccolo gruppo rock ma hanno bisogno dell'aiuto di Kyo per organizzare un concerto.

Nata come light novel e poi trasposta in manga e anime, la storia è molto semplice senza nulla di particolarmente entusiasmante; è un classico anime con bimbe graziose che insegnano e imparano a loro volta qualcosa da questa piccola grande esperienza.
Sull'essere bimbe di scuola elementare girano battutine divertenti (o meno, dato che nella realtà non c'è nulla di divertente in merito) sulla possibile tendenza pedofila del protagonista; niente di volgare ma è impossibile non notarle.
Un anime grazioso ma che non brilla in modo particolare (diciamo che per me non emana nemmeno una fioca luce).
L'ho visto unicamente perché ho acquistato la carinissima bambolina di Jun (la bimba con i capelli lilla) e volevo capire di cosa trattasse la sua storia! ^^
*




Ho letto manhwa coreano in 3 volumi Redrum 327.
Un gruppetto di studenti universitari si reca in una villa fra sperdute montagne per trascorrervi qualche giorno di vacanza.
I ragazzi sono tutti amici di vecchia data e figli di persone facoltose. Fra di loro c'è anche la bellissima e misteriosa Gahee-Eun, entrata da poco nella combriccola.
Purtroppo sembra che la nuova arrivata stia spezzando un po' gli equilibri del gruppo ma la verità è che dietro il falso affiatamento dei ragazzi, si nascondono profondi rancori e insofferenze che verranno man mano a galla fino a sfociare in cruenti omicidi.

Questa storia è interessante e coinvolgente. Il primo volume, fatto di scaramucce e stupidi litigi, si trasforma, a partire dal secondo volume, in un thriller drammatico e affascinante.
Se vi piace il genere, non fatevelo scappare (la pubblicazione è della FlashBook e risale a oltre 10 anni fa ma non è introvabile).
Il senso di lettura è da sinistra verso destra.
*





Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''

14 commenti:

  1. Mi può interessare "Mirai". Grazie per le segnalazioni ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per te che sei padre sarà bellissimo!
      Inoltre c'è il papà alle prese con Mirai neonata (mentre la mamma ha ripreso subito a lavorare) che è tutto da vedere! xD

      Elimina
  2. Mi interessa Mirai, davvero.
    Dev'essere di una dolcezza unica :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me è stupendo per chi ha avuto a che fare con qualche bimbo piccolo! Sono veramente contenta di averlo visto al cinema e di certo prenderò il dvd.

      Elimina
  3. Di Mirai ne ho sentito parlare, e siccome una visione lo merita, prima o poi la farò ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero ti piacciano i mocciosi piagnucoloni! xD

      Elimina
  4. Mirai sembra interessante, ma chissà quando lo vedrò mai ^^'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei proprio... di certo non posso farlo io! xD

      Elimina
  5. Cara! Rieccomi!
    Una sintesi favolosa del mese di ottobre! Non conoscevo la qualità dei "manga" coreani, devo informarmi al più presto! Invece l'anime che descrivi non lo conosco ma dev'essere davvero kawaii :3 Grazie per queste belle condivisioni!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che riuscirai a recuperare qualcosa che ti piace.
      I manga coreani sono certamente diversi da quelli giapponesi ma a modo loro sanno essere affascinanti.

      Elimina
  6. Mirai avrei voluto vederlo al cinema, ma purtroppo non ci sono riuscita. Spero di recuperarlo presto, magari in dvd.

    Il manhwa che hai citato ha davvero dei bei disegni e una trama interessante. Per ora mi sono convinta a non acquistare altri fumetti fintanto che non leggerò quelli lasciati indietro, ma penso che potrei consigliare l'acquisto al mio partner, che a Lucca ha comprato ad occhi chiusi un titolo thriller/horror solo perchè gli ho detto che aveva una trama interessante e ne avevo letto ottime recensioni. Non sapevo di avere tutto questo potere sui suoi acquisti! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mirai è stupendo!!! Voglio il dvd al più presto!

      Sono contenta che tu abbia questa influenza sul tuo ragazzo perchè così puoi consigliargli roba da poter allegramente scroccare! xD

      Elimina
    2. E' proprio ciò a cui stavo puntando! XD
      E infatti così sarà con Doubt (la serie completa, che ha preso a Lucca). :P

      Elimina
    3. Ahahahaha! Bravissima!!! xD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...