lunedì 31 ottobre 2016

Top Ottobre 2016

Questo mese ho visto il film coreano How to use guys with secret tips.
Bo-na è un'aiuto-regista che dedica tutta la sua vita al lavoro trascurando se stessa.
Quando le sembra che ogni sforzo per emergere e farsi apprezzare sia vano, trova sulla sua strada una videoteca ambulante di manuali e viene invogliata ad acquistarne uno che aiuta a sfruttare gli uomini per raggiungere i propri scopi.
Il manuale sembra avere successo e addirittura la star Lee Seung-jae è pronto a fare follie per lei.

Questa commedia non è un gran film, ci sono aspetti in cui si intravede il vuoto ma, a modo suo, sa essere carina.
Ciò che mi ha colpita, è stato uno "strano" approccio alla discriminazione delle donne in campo lavorativo.
Nonostante la protagonista sia l'unica a lavorare seriamente per mandare avanti i progetti della sua azienda, non è minimamente presa in considerazione e le viene apertamente detto che, essendo una donna, non può fare carriera e diventare una vera regista.
Grazie al manuale che acquista, Bo-na, smette di lottare apertamente e inizia un cammino di falsità e lusinghe, che tanto piacciono agli uomini, per arrivare al successo.
Ovviamente si accorge che questo non è giusto; non è quello che doveva succedere ma, a quanto pare, è stato l'unico modo efficace per farsi strada. A fine film però, mi ha stupita sentirla anche dire che in fondo non c'era nulla di male ad appoggiarsi ad un uomo.. quindi mi è parso un film maschilista che ha cercato di sotterrare l'orgoglio di una donna.. o forse mi è sfuggito qualcosa??? Non so.. @_@
*



Di tutt'altro genere il film coreano Train to Busan.
A partire da Seul, la Corea del sud sembra essere infettata da un tremendo virus che trasforma gli uomini in zombie e, come è noto, un morso di queste creature attratte istintivamente da movimento e rumori, ne provoca il contagio.
Ancora ignari di quello che sta accadendo, Seok-woo, un uomo che ha sempre pensato al lavoro e alla sua carriera, e sua figlia Soo-an, salgono su un treno diretti a Busan perchè la piccola desidera trascorrere il suo compleanno con la mamma visto che i suoi genitori hanno divorziato.
Nel treno però è presente un passeggero infetto che ben presto diffonde il virus trasformando il treno in una trappola ma anche in una roccaforte di salvezza dato che proprio la città di Busan sembra essere l'unica riuscita a difendersi dal contagio.

Questo film apocalittico segue i canoni dei classici film catastrofici americani.. e devo dire che io ne ho visti parecchi di questo genere! ^^
Come di solito, c'è un genitore, sua figlia e un contorno di persone che formano il gruppetto protagonista che lotta per la sopravvivenza (e a quel punto partono le scommesse per la scaletta di chi morirà per primo e chi per ultimo).
In questo film però, Seok-woo non è il classico protagonista eroe che prende in mano le redini della situazione, ma è un egoista che vuole solo salvarsi la pelle a discapito di tutti (non per nulla viene chiamato "stronzo" per quasi tutto il film). Solo in seguito, grazie all'altruismo di sua figlia, alla generosità di alcuni altri passeggeri e al rivedere i sui stessi comportamenti in gente egoista come lui, Seok-woo inizia a cambiare atteggiamento.
Il finale, per me che ho visto parecchi film del genere, è stato abbastanza scontato ma commovente perchè gli attori e la regia sono stati estremamente bravi.
Se i film apocalittico/zombie vi incuriosiscono, penso che questo sia proprio un bel titolo!
*



Sul fronte giapponese, ho visto Tokyo Love Hotel.
Toru lavora in un albergo a ore ma la sua aspirazione è quella di poter lavorare in un hotel a 5 stelle quindi mantiene segreta la sua occupazione.
In questo posto di lavoro, tanto squallido quanto bizzarro, incontra svariate persone: da accompagnatrici ad amanti, da ragazzine fuggite di casa a pazzi maniaci, dalla sua ragazza a sua sorella...

Il film è incentrato su quello che accade nel love hotel dove lavora Toru e cerca di intrecciare le vicende di una serie di coppie, tanto da farne un pasticcio!
Personalmente penso che le combinazioni di così tante storie e personaggi non abbiano dato particolare rilievo a nessuno degli avvenimenti raccontati nonostante alcuni siano abbastanza interessanti.
Il genere di questo film viene definito sentimentale ma ci sono scene di sesso molto esplicite palesemente messe lì per essere viste come una parentesi nella vita di questa gente. Io non ho amato troppo questa scelta perchè, anche se è un film ambientato in un albergo a ore dove la gente va appositamente per far sesso, mi sono sembrate troppo forzare e inutili tanto da non aver ben chiaro il motivo della loro prepotente presenza.
*




Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''

martedì 25 ottobre 2016

Tra bacche e spezie..

La scorsa settimana sono andata a Bari però, come manga, il bottino è stato un po' misero.
In verità ho decine di serie in abbonamento ma, tra manga bloccati, manga "in corso", case editrici che sospendono/non pubblicano/vanno a rilento, finisce che quello che realmente arriva mensilmente è davvero poco.. :s

Durante la mia capatina al Disney Store mi sono invaghita di una felpa che in realtà è la parte superiore di un pigiama (i pantaloni potevano essere acquistati a parte).. io la userò per uscire!
Inoltre, fra le decorazioni natalizie, ho visto questa statuetta di "Basil l'investigatopo" che amavo follemente da bambina e l'ho acquistata (anche se queste statuine hanno costi abbastanza alti per essere semplici decorazioni per l'albero ^^).

In un altro negozio ho trovato il mio ideale di borsa da lavoro.. enorme, bella, piena di tasche ed economica!
Se al mio ritorno a Bari, ce n'è ancora qualcuna disponibile, credo proprio che ne prenderò un'altra!

Altro piccolo acquisto capriccioso è stato un dispenser per nastro adesivo che non è un dispenser qualunque ma un gattospenser.. :p



Ho fatto anche acquisti in rete mirati ai lavoretti di Natale che avrei dovuto cominciare a realizzare settimane fa ma che ancora non vedono la luce perchè ho commissioni di altro genere in corso..
Oltre a solite fustelle e cartoncini..
.. ho fatto un ordine di spezie e bacche stupende.
Dalle mie parti non trovo facilmente questo materiale e chi lo ha, lo vende a prezzi un po' altini per i miei gusti; così in rete sono incappata nello shop http://www.tigerbazar.it/  dove hanno tutto quello che desideravo con prezzi che mi sono sembrati abbastanza buoni.
Come spezie ho acquistato chiodi di garofano, anice stellato, fette di arancia essiccate e bastoncini di cannella.
Come bacche invece ho preso salignum, pigne varie, bacche di eucalipto e bacche di faggio.
Spero di riuscire a sfruttare al meglio il mio piccolo investimento! ^^

lunedì 17 ottobre 2016

Festival dell'Oriente

Un po' di giorni fa, Bari ha ospitato il Festival dell'Oriente.

Il festival era ricchissimo di esposizioni..
Statue di terracotta cinesi.
Hanbok: abiti tradizionali coreani (li ho sempre adorati).
Abiti cinesi da cerimonia.
Abiti tradizionali di minoranze etniche.
Indovinate un po'? 
Armature da samurai.
Armature a abiti da guerra cinesi e coreani.

..attività..
Ebbene sì.. ci si poteva sdraiare e sfumacchiare a volontà..
Indossare kimono per fare foto sul mini set..
Imparare a suonare strumenti "zen"..

..stand..

..cibo..
Questo è quello che ho divorato io perchè c'era talmente tanta scelta e calca per il cibo che era impossibile avvicinarsi, non solo per riuscire a prendere qualcosa, ma anche per fare foto:
Roba tibetana.. che ho scoperto basarsi essenzialmente su verdure e patate in qualunque pietanza..
Classici spaghetti di soia speziati da uno stand tailandese..
..dallo stesso stand ho preso anche il cocco fresco.
Dallo stand giapponese ho preso takoyaki e dolciumi vari come dango, taiyaki e dorayaki alla -non giapponese- Nutella.


La principale attrazione del festival erano gli spettacoli.
Su 3 diversi palchi si susseguivano senza sosta (fino alle 23:00) dimostrazioni di combattimenti, danze, usanze, canti e concerti straordinari.
Credo fosse impossibile seguire tutto perchè c'erano davvero troppi troppi spettacoli! @_@

video
video
video
video
Fra quelli che ho visto, lo spettacolo che ho amato di più è stato quello dei Masa Daiko (che suonavano i tamburi giapponesi). Hanno sprigionato un'energia unica oltre che divertire con un siparietto comico assolutamente inaspettato!



I miei acquisti sono stati un paio di pantaloni indiani (presumo)..
..e totoro, cogliendo la loro essenza onirica, ha deciso di farsi un giro nella spirale di energia!

Ho preso anche una deliziosa ciotola per ramen.. me ne sono innamorata subito!!!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...