venerdì 18 gennaio 2019

Saldi inutili

L'entusiasmo dei saldi aveva preso anche me, ma alla fine non ho comprato nulla di utile e quasi nulla in saldo! ^^

Mi sono recata a Bari speranzosa e, nonostante i miei lunghi giri, ho comprato ben poco di essenziale! ^^
Sono tornata a casa con una spilletta da collezione de La Sirenetta e una brocchetta/misuratore di SpiderMan presi al Disney Store.
La spilletta è carinissima, mi piacerebbe usarla ma in teoria dovrebbe restare lì dov'è... forse sarebbe dovuta restare proprio nella sua scatola. Sono una pessima collezionista perchè non amo che le cose restino nella confezione! ^^
 La brocchetta è in vetro, spero di non romperla perchè è davvero carina!

Sono passata dal mio negozio di alimentari asiatico preferito (era solo la seconda volta che ci entravo ma la ragazza che ci lavora è superkawaii quindi è il mio preferito).
Questa volta ho preso dei biscottini ai mirtilli, un pane dolce ripieno di panna (la ragazza del negozio voleva farmi provare un panino dolce ripieno di carne di maiale dolce dicendo che in Cina l'accostamento della carne di maiale allo zucchero è molto amata, ma sono riuscita a dire di no... non ce la posso fare!), degli udon, degli snack salati che non ho idea (quelli con sopra lo scoiattolo) e ancora altri snack salati al gusto di alga.
Infine ho preso un succo di frutta all'ananas con dentro semi di basilico. Fino a qualche tempo fa, questo genere di succhi, era molto di moda in Giappone.
Non l'ho ancora assaggiato ma spero sia buono!

Da un negozio cinese di articoli vari, ho preso due tazze carine con coperchio e cucchiaio... in verità cercavo delle zuccheriere con il coperchio che avesse la fessura per il cucchiaio ma nessuno si lamenterà se uso queste tazze adorabili come fossero zuccheriere! Pazu approva!

Sono passata in fumetteria ma ovviamente era arrivato ben poco visto che ci ero stata di recente. ^^


In un'edicola del mio paese ho trovato delle bustine a sorpresa contenenti piccole figure delle bimbe Gorjuss Santoro.
Sono fatte benissimo e valgono pienamente il loro costo (€ 2,99).
Qui potete vedere tutti e 12 i soggetti; 2 si dovrebbero illuminare al buio e tutte dovrebbero essere profumate... personalmente ho avvertito moooolto vagamente il loro odore.
Resta comunque un bellissimo prodotto!


In rete ho acquistato un libro che mi ha suscitato una certa curiosità: "La ragazza del convenience store".
Ovviamente non so quando avrò modo di leggerlo, ma ci spero sempre!


Con il buono Amazon che ho ricevuto a Natale (QUI) ho deciso di prendere il cofanetto di DVD della trilogia dei film di Berserk.



..sì, sì, tutto molto indispensabile... >_>

martedì 15 gennaio 2019

Autopromozione a Befana

Prima di chiudere definitivamente l'argomento "Natale", vi mostro alcuni lavoretti che ho realizzato.

Ho sperimentato per la prima volta la tecnica patchwork per una ghirlanda. Mi sembra sia venuta molto carina.
Il lavoro consiste nell'incidere nella base di polistirolo una fantasia con forme più o meno regolari (in modo che il risultato sia uniforme e preciso) e poi applicare e fermare dei pezzi di stoffa in quelle fessure.
Onestamente avrei voluto fare anche altre cose con questa tecnica ma mi è mancato il tempo. Spero di rifarmi il prossimo anno!

Ho preparato dei semplici sacchetti da appendere all'albero (ottimi per piccoli regali o per dei soldini).

Ho realizzato cagnolini e gattini come decorazione.

Non è inerente con il Natale ma è un lavoro che ho consegnato per l'occasione: un fuoriporta in stile shabby... o almeno spero di averlo fatto con quello stile come mi era stato espressamente chiesto. ^^
In qualunque caso è piaciuto molto.
Di mia iniziativa ho regalato insieme un piccolo contenitore di feltro per metterci le bustine per il tè. L'ho decorato con alcuni elementi uguali al fuoriporta sperando che sia stato gradito.


Mi sono dedicata anche alla creazione di calze per l'Epifania ma per un'amica speciale, non volevo realizzare la solita calza così ho optato per un Pokemon/sacchetto.
Ho scelto Cleffa (sarebbe dovuto essere di un rosa più tenue ma non ho trovato colori adatti in quel momento visto che, nel periodo natalizio, i negozietti che ci sono da me, erano più concentrati sulla vendita del pannolenci rosso, verde, bianco e beige.. ^^''' ), un Pokemon carino e tanto tondo, adatto per diventare un sacchetto!
 Ovviamente l'ho riempito ben bene di dolciumi!
Tondo e carino è sempre una combinazione vincente!


Mi sono state commissionate delle calze tradizionali...
Così è venuta fuori una stravagante Psicoscimmia "dopo 8 anni di terapia" (purtroppo in foto non si legge bene la piccola scritta in basso).

Siccome "due è meglio che one" (questo slogan è onnipresente nella mia vita), mi sono state chieste 2 calze di Spiderman per due fratellini bellissimi. Ho ricamato la tela sulla tuta e la ragnatela..... non finiva mai!!! xD

giovedì 10 gennaio 2019

My Cup of Tea 2018

Anche quest'anno partecipo all'iniziativa My Cup of Tea ideata da Yue Lung.

*Lo scopo del premio “My cup of Tea” è quello di celebrare, non le opere più belle dell’anno di riferimento (che siano fumetti, film, libri, serie tv o quant'altro), ma bensì quelle che più vi hanno sorpreso, contro ogni aspettativa e pregiudizio.*


Dato che non ho letto molto lo scorso anno, non credo di aver trovato qualcosa di così sorprendente sul mio cammino (certamente alcune opere belle le ho lette ma già immaginavo il loro valore).

Ciò da cui non avevo particolari aspettative e che invece ho adorato, sono stati i film d'animazione Mirai e Green Days: Dinosaur and I.

Insomma, leggendo la trama di Mirai mi sono detta "cosa potrei mai trovare in un anime che parla di un mocciosetto capriccioso?".
Invece la storia è stata narrata in modo adorabile e tutti i capricci sono stati spiegati, giustificati e risolti.
Tutt'ora attendo con ansia il DVD per poterlo rivedere.
Ne avevo parlato nel post che trovate QUI.


Da Green Days: Dinosaur and I non sapevo esattamente cosa aspettarmi perchè è un titolo coreano e, dopo aver visto e rivisto capolavori giapponesi, non mi aspetto mai troppo dal resto del panorama d'animazione asiatico.
Inoltre avevo letto in rete che questo lavoro non aveva avuto un gran successo e il colpo di grazia era dato dal titolo perchè, a meno che si tratti di Jurassic Park, non sono mai troppo propensa alle storielle con comparsate di dinosauri.
Il film però ha saputo coinvolgermi e appassionarmi, lo trovo bellissimo!
Ne avevo parlato nel post che trovate QUI.




Chiunque desideri premiare qualcosa sul proprio blog è liberissimo di farlo, utilizzate il banner che vedete in alto e linkate il suo ideatore! ;)

lunedì 7 gennaio 2019

Innumerevoli regali di Natale

Ed ecco (sempre in ritardo) il post sui regali di Natale che ho ricevuto!

Il bellissimo volume a fumetti Tosca dei Boschi (ovviamente devo ancora leggerlo.. quest'anno spero di riuscire davvero a leggere di più) e un buono Amazon già largamente speso! :p

Una sciarpa ed un profumo (che Ponyo guarda con perplessità).

Una fantastica torcia e un dolce vegano (??? -io non sono vegana e nemmeno chi me lo ha regalato-) del tipo "vorrei ma non posso" essere un panettone.

Un omino di pan di zenzero, un segnalibro veneziano e dei biscotti deliziosi.

Tanti cartoncini decorati per i miei lavoretti...
...e la "1-2-3 punch board" ovvero un fighissimo attrezzo che serve per creare scatoline, buste da lettera e altro in maniera estremamente precisa. Poi ancora colla professionale, fustelle floreali e decorazioni.

Due ciondolini: uno che raffigura Koya (la mascotte di uno dei cantanti della band coreana BTS su cui potete trovare informazioni nel recente post pubblicato sul blog Let's talk about it -io in verità non sono molto ferrata sull'argomento-) e uno a forma di edamame.

AnnMeri ha realizzato per me una ricca calza per l'Epifania, un album dove mettere fotografie e uno sciarpone/scialle arcobaleno.
 Inoltre mi ha regalato vari accessori di cartoleria presi da Tiger, dei materiali creativi...
 ...una candela profumata e una maschera per il viso di Ariel (la confezione verrà conservata in eterno).
 Siccome non era abbastanza, mi ha preso degli orecchini e un anellino.
 Carinissimi quelli realizzati da Monsterdolls.

Ho ricevuto il dolcissimo libro "Il gatto sfigato" (povero cuoricino, ha tutto il mio sostegno! xD ) e una calamita dipinta a mano insieme ad un abbonamento per il cinema.
Con il libro c'era un segnalibro miciosissimo!

Il mio regalo per me è stata una borsa Desigual con fantasia giapponese.


Anche Pazu e Ponyo hanno avuto dei regali: giocattoli in cui io possa inciampare durante la notte (perchè finisce che li portano tutti in camera mia come omaggi)...
 ...e tante pappe! Le preferite in assoluto dei miei pelosetti monelli e viziati.

giovedì 3 gennaio 2019

Iniziamo con il vecchio...

Buon Anno!

Iniziamo questo 2019 con gli ultimi acquisti del 2018... ehm...
Come al solito non ho avuto tempo di scrivere questo post prima.

Ho fatto la mia consueta capatina in fumetteria.
Pazu tocca le tette di qualcuno...
piatta come una tavola!
Ho finalmente ritirato il box de "Il poema del vento e degli alberi"!
Non so quando lo leggerò ma il solo possederlo è appagante!


Mentre ero in giro per Bari con un'amica, siamo incappate in un grazioso negozio di alimentari asiatici: piccolo ma ben fornito!
Ho preso alcune cosine che mi sono apparse interessanti!
Patatine al lime (molto più unte e friabili delle nostre), merendine ricoperte di cioccolato (che avevo già assaggiato nella versione classica, queste sono al tè verde), mochi al tè verde e mango essiccato preso unicamente per la confezione (che si è rivelato essere fantastico anche all'interno)! Della stessa linea c'era anche pesce secco, carne secca, roba piccante secca... il mango mi è sembrato il più abbordabile (o comunque il meno peggio da provare).


In edicola ho trovato le irresistibili sorpresine in busta di  Molang!
Costano 3,50 Euro e non potevo assolutamente non prenderne un paio perchè questo paffuto coniglio e il suo amico pulcino sono supercarini!
Ho trovato Piu Piu nelle vesti da cuoco e Molang in stazione con la valigia... spero che quando tornerà a casa, il suo amico pulcino gli farà trovare qualche manicaretto!




lunedì 31 dicembre 2018

Top Dicembre 2018

Ho visto l'anime Little Witch Academia.
Akko è una ragazzina che fin da piccola sogna di diventare una strega.
La sua profonda passione nasce dall'aver seguito gli spettacoli della maga Shiny Chariot che pare scomparsa dalle scene da lungo tempo e considerata una buffona dalle streghe che la protagonista incontrerà nella scuola di magia che ha deciso di frequentare.
Akko però, è figlia di babb.. ehm.. di umani e parte svantaggiata rispetto alle altre sue compagne nate in famiglie magiche e non riesce a volare sulla scopa, oltre ad essere munita di un eccessivo entusiasmo e impazienza che non le permettono di studiare sui libri come dovrebbe.
Fra una miriade di disastri nei quali coinvolgerà le sue compagne di stanza, e l'aiuto dato dal ritrovamento della bacchetta di Chariot, Akko saprà distinguersi per la sua incredibile tenacia.

Nato come cortometraggio per un progetto dedicato ai giovani animatori giapponesi, grazie al suo successo, ha visto l'uscita di un secondo film e di una serie animata di ben 25 episodi (suddivisa in 2 stagioni).
La storia incentrata sulle maghette e la loro vita scolastica non può non ricordare Hogwarts ma ci tengo a precisare che non si tratta di scopiazzature ma di tante varie citazioni e omaggi sparsi in giro.
Chi riconosce il manga caduto ad Akko? xD
La trama non è particolarmente complessa ma di certo è una serie piacevole con tante gag e una protagonista così piena di entusiasmo che difficilmente si riesce a non sentirsi coinvolti nelle sue vicende.
Personalmente adoro tantissimo il character design dei personaggi.
Lo trovate su Netflix e vale uno sguardo!
*



Ho letto il manga in un unico volume La cena di un mangaka.
Il volume è scritto da Yusuke Murata, disegnatore di One-Punch Man e Eyeshield 21 che onestamente non ho preso/letto.
Dato che questo volume mi ispirava qualcosa di simpatico, ho deciso di prenderlo ugualmente.
Essenzialmente il manga è un ricettario proposto in mini storie (di circa 3 facciate ciascuna) che raccontano una situazione particolare inerente alle cene notturne che prepara Murata stesso quando è immerso nel lavoro e non ha modo di uscire di casa.
Le ricette sono un po'... come dire, strambe e arrangiate ma l'autore sembra esserne molto orgoglioso.
Penso che questo volume non vada bene per gli amanti dei manga o gli amanti di cucina, ma unicamente per i fan di Murata o per chi, come me, si lascia attrarre dai deliri dei mangaka in generale e dalle loro storie personali folli e insensate. ^^
*





Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...