giovedì 31 marzo 2016

Top Marzo 2016

Ho visto il film giapponese 100 yen love.
Ichiko ha 32 anni e vive come un parassita a casa dei suoi genitori leggendo fumetti, giocando con i videogiochi e trascurando tutto il resto e anche se stessa.
Dopo un violento litigio con sua sorella, la mamma di Ichiko, in un momento di pura disperazione, la caccia di casa e, anche se dopo cerca di scusarsi e di rimediare, ormai Ichiko è decisa ad andarsene.
La protagonista trova un appartamento e un lavoro come commessa in un negozio che vende tutto a 100 yen aperto anche la notte.
Ogni giorno, mentre va a lavoro, lo sguardo di Ichiko si posa sulla finestra di una scuola di pugilato dove si allena un ragazzo che non fa altro che comprare banane nel negozio dove lei lavora.
Quando i due riescono a frequentarsi (più o meno normalmente) e a vivere insieme, la ragazza scopre che lui deve abbandonare il pugilato perchè ormai troppo grande per proseguire in quell'attività.
Ben presto, lo strambo rapporto fra i due inizia ad andare a rotoli e Ichiko, vittima di tanti sfortunati eventi e delusioni, decide di frequentare la palestra di pugilato e di impegnarsi al massimo per salire per la prima e ultima volta sul ring (anche lei ha il limite di età consentito a quello sport).

Questo film non è certamente un capolavoro ma è cmq godibile nella sua semplicità.
Ichiko è una protagonista apatica che non offrirà il cambiamento miracoloso della sua persona, ma mostrerà il suo grande impegno e la graduale rivalutazione di sé stessa e della vita.
Recitato davvero molto bene, penso che meriti un'occhiata senza grandi pretese.
*



Questo mese ho letto a stento il volume unico La voce delle stelle.
Nel 2046 l'umanità si diletta a dare la caccia e a fare la guerra ad una forma di vita aliena che non ha mai attaccato o fatto del male a nessuno.
Ovviamente, a pilotare uno dei robottoni d'attacco, viene chiamata una ragazzina giapponese che frequenta le medie e che è costretta a viaggiare nello spazio ad anni luce dalla Terra per cercare i poveri alieni innocenti.
Durante il suo viaggio può mandare messaggi privati ai suoi cari e al suo migliore amico solo tramite cellulare. I tempi di arrivo di questi messaggi si allungano fino a richiedere anni interi man mano che la protagonista si allontana dalla Terra e, in questo limbo di attesa, scoprirà che i suoi sentimenti sono molto più profondi di quel che credeva.

Ok, penso che già dal breve sunto che ho scritto, si capisca che non ho molto amato questa opera.
Per quanto possa sembrare malinconicamente romantica, è davvero surreale e narrata talmente in fretta da non trasmettere molto i sentimenti e la nostalgia provata dai protagonisti.
Il manga è tratto da un OAV di Makoto Shinkai che ho potuto vedere e apprezzare un pochino di più rispetto alla versione cartacea.
*





Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''

20 commenti:

  1. Il film può ricordare a grandi linee Welcome to the NHK?
    Fiduciosa in una risposta positiva l'ho già messo in download :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cruda realtà è che non ho ancora visto/letto NHK.. ho il manga a casa ma non ho avuto modo di leggerlo.. ;_;

      Elimina
  2. 100 yen love me lo segno, mi ha incuriositò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..è un po' stranotto ma carino a modo suo.

      Elimina
  3. Stavolta non mi ispira nulla :p

    RispondiElimina
  4. Sai se al Lidl hanno il sidro di mele in lattina con percentuale alcolica?
    Devo andare a vedere

    RispondiElimina
  5. Lumi mi ha preceduto nella domanda che avrei posto e quindi ho già la tua risposta... Lo metto in wishlist.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima a poi ce la farò a leggere NHK!!!!

      Elimina
    2. Più che il manga, però, ti consiglio l'anime che è molto migliore.

      Elimina
    3. Il manga ormai ce l'ho.. vedrò se riesco per entrambi.. :p

      Elimina
  6. La voce delle stelle è sulla mia lista. Mi ispiravano soprattutto i disegni, ma ovviamente la storia vale altrettanto. Vedremo, tanto ho intenzione di dargli prima un'occhiata in scan, proprio perché non mi fido che possa piacermi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In rete ho letto anche commenti positivi ma personalmente non mi è piaciuto.. è cmq una questione di gusti e interpretazione personale..

      Elimina
  7. questo post mi ricorda che non ho ancora visto nulla di Makoto Shinkai D: l'Oav me lo consigli? In genere diffido dai manga tratti dagli anime perchè spesso mi sanno di riassunto frettoloso :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Shinkai c'è decisamente di meglio come "5 cm per second" o "Il giardino delle parole" ma un'occhiata gliela si può certamente dare. ;)

      Elimina
  8. Il manga di Shinkai l'ho evitato anche io, proprio perchè il genere fantasy sci-fi non è nelle mie corde.
    Il film sembra carino ma non so non mi convince del tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film ha una grande realizzazione ma la storia effettivamente poteva regalare di più.. ammiro certamente la cura con cui è realizzato.

      Elimina
  9. Il film mi interessava, ma l'hai visto prima! Quest'attrice è stata stimata molto per questo film...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto che l'attrice ha drasticamente trasformato la sua massa corporea durante le riprese per adattarsi al suo personaggio.. è stata davvero molto tenace!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...