mercoledì 30 settembre 2015

Top Settembre 2015

Non esattamente questo mese (non ho avuto tempo di scrivere qualche riga al momento opportuno) ho visto l'anime Tokyo Magnitude 8.0.
Mirai è una ragazzina scorbutica, cocciuta e capricciosa che si sente in conflitto con tutto e tutti. Un giorno accompagna controvoglia il suo fratellino ad una mostra di robot ma proprio quel giorno, un terremoto di magnitude 8.0 sulla scala Richter scuote Tokyo causando la distruzione di strade ed edifici e provocando il panico più assoluto nella quotidianità della vita della gente.
Mirai e suo fratello vengono separati ma grazie ad una donna di nome Mari, si ritrovano e cominciano un devastante viaggio verso casa tra l'indifferenza della gente che cerca di proteggere se stessa, forti scosse di assestamento, e una città costruita con tanto impegno che minuto dopo minuto crolla a pezzi sotto i loro occhi per un capriccio della natura.

Ho acquistato il box di questo anime alcuni anni fa ma non sono mai riuscita a vederlo.
La serie è composta da 11 episodi che ho divorato in un solo pomeriggio senza alcuna pausa perchè la visione è talmente coinvolgente e mozzafiato da non riuscire ad aspettare per poter vedere l'evento successivo.
Questa particolare catastrofe, e le conseguenze mostrate, sono stato frutto di attenti studi, quindi il tutto è paurosamente realistico.
Tecnicamente è un anime davvero ben realizzato, a me è piaciuto molto.
La pecca però è nell'ultimo episodio.. già di per sé, la vicenda è altamente drammatica, ma l'ultimo episodio è stato attentamente studiato per strappare con violenza le lacrime dello spettatore (ebbene sì, ci ho pianto un sacco). L'episodio finale è una concentrazione di dramma che non credo di aver mai visto in vita mia quindi, anche se ben riesce nel suo scopo, l'ho trovato davvero esagerato e prepotente nel messaggio che voleva comunicare.
Se cercate qualcosa di sconvolgente e commovente, questa piccola serie è assolutamente perfetta!
*




Ho visto The Cat Returns, la ricompensa del gatto.
Haru è una studentessa delle superiori un po' imbranata che un giorno salva un gatto che sta per essere investito.
Incredibilmente il gatto la ringrazia e va via..
Poco dopo la vita di Haru viene sconvolta dall'arrivo del re dei gatti che le comunica che colui che ha salvato è il principe dei gatti e che per ringraziarla del gesto, ha deciso di farla diventare diventare sposa di suo figlio.
La protagonista è riluttante alla cosa e grazie ad alcune misteriose indicazioni, riesce a chiedere aiuto ai gatti Baron e Muta. Quando meno se lo aspetta, Haru viene rapita e portata nel Regno dei gatti dove inizia ad assumere sembianze di gatto e preparata a diventare la moglie del principe.

Questo film è dello studio Ghibli e si lega alla pellicola "I sospiri del mio cuore" per la presenza di Baron e Muta.... per quanto riguarda tutto il resto, non ha assolutamente nulla a che vedere con quel film. In effetti non mi è nemmeno chiaro perchè in alcune occasioni mi è capitato di leggere "seguito".
La vicenda sembra un racconto di fantasia assurdo un po' come quello che cercava di scrivere la protagonista de "I sospiri del mio cuore", anche se in questo frangente la trama non è nemmeno la stessa.. forse avrebbe avuto più senso realizzare un film con la trama del suo scritto.
La storia è un po' stupidotta, assurda e insensata.. un film delirante insomma..
Animazioni e disegni non sono male anche se escono dai canoni a cui lo studio Ghibli ci ha abituati.
Messaggi profondi o nascosti non ne ho trovati (anche questo lo rende davvero lontano dai film Ghibli).
In sostanza è una qualcosa di indefinibile ma posso certamente consigliarlo ai gattari.. xD
Chi ama i gatti non può non guardare con amore il corteo dei gatti, il regno dei gatti e una miriade di gatti con vestitini adorabili che camminano su due zampe!
*




Un po' in ritardo (perchè sempre il cinema del mio paese esclude gli anime) ho visto Quando c'era Marnie, l'ultima fatica dello studio Ghibli.
Anna è un'orfana di 12 anni che è stata adottata e vive a Sapporo.
Il suo carattere è molto introverso e insicuro; la sua situazione la porta ad odiare sé stessa e a soffrire di frequenti attacchi d'asma.
La sua apprensiva madre decide di mandarla a soggiornare per un po' da alcuni parenti che abitano in un piccolo villaggio di mare con la speranza che la ragazza possa rasserenarsi e respirare aria pulita.
Il continuo disagio di Anna viene cancellato dall'incontro con Marnie, una ragazza straniera che abita in un'affascinante villa.

Questo film non mi ha fatta impazzire.. mi aspettavo qualcosa di meglio.
Dopo le prime scene ho capito tutta la trama e non c'è stato nemmeno un dettaglio che abbia saputo stupirmi o commuovermi.
Alcune scene mi sono sembrate un po' forzate e non sono riuscite a trasmettermi nulla di particolare.. :s
La protagonista è il tipico personaggio che proprio non mi piace; è molto negativa e pessimista e per risvegliarsi da quello stato che non definirei nemmeno da "bradipo" (perchè non voglio offendere i bradipi), ha avuto bisogno di interventi più che straordinari, nonostante avesse vicino una mamma premurosa, dei parenti adorabili, e una serie di potenziali amiche che hanno fatto il possibile per spronarla.
Essendo un'opera Ghibli merita cmq di essere vista ma personalmente non mi ha entusiasmata.
*





Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''

24 commenti:

  1. La serie Tokyo Magnitude 8.0 ho iniziato a vederla, ma l'angoscia era tanta e l'ho abbandonata ^^...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Angoscia tantissimo... non so quando avrò il coraggio di riguardarlo! :s

      Elimina
  2. Molto top queste tue scelte top di settembre.
    Di Tokyo Magnitude 8.0 ne avevo sentito parlare ma avevo capito fosse un horror, il secondo non lo conoscevo ma sembra carino.
    Marnie ricorda un personaggio di un anime anni 80, ma non so dire quale.
    Uhmm...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tokyo Magnitude è catastrofico/drammatico. Non ha nulla di horror ma è tristissimo.

      Elimina
  3. Sai che Tokyo Magnitude 8.0 volevo proprio vederlo? Solo 11 episodi, si può fare!
    Marnie non lo andrò a vedere, non m'attira e se la protagonista è come dici tu allora amen XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marnie, essendo Ghibli, cmq merita per i paesaggi, i disegni, l'animazione..
      Personalmente non mi è piaciuto ma un'occhiata magari gliela puoi dare, sarebbe interessante leggere un tuo commento in proposito! ;p

      Elimina
    2. Eh, al cinema ci sono andato ieri... devo aspettare di vederlo in divvuddì quando lo prenderà mio fratello (fan Ghibli)

      Moz-

      Elimina
    3. Alla fine anche io prenderò il divvuddì per pura devozione Ghibli.. xD

      Elimina
  4. Mi segno tutte le belle cosine che hai visto!
    Peccato che "Marnie" non l'hanno dato dalle mie parti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno dalle mie parti.. ^^
      Per vedere certe cose devo usare metodi alternativi ma tanto poi comprerò lo stesso il dvd! ;p

      Elimina
  5. Di questi ho visto solo "Marnie" e mi è piaciuto molto :3 in ogni caso gli altri due sembrano molto interessanti, anche se il primo probabilmente mi farebbe andare in uno stato di mega ansia...forse per me meglio passare direttamente al secondo XD
    Grazie per averne parlato comunque *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tokyo Magnitude l'ho visto tutto ininterrottamente proprio per l'ansia di vedere come andava avanti in tutto quel disastro.. è davvero deprimente!!!

      Elimina
  6. Marnie l'ho perso, mi piacerebbe recuperarlo, ma i commenti che ho letto sono tutti con riserve.
    Magnitude mi incuriosisce per il setting, ma non ho bisogno di altra ansia.
    I gatti boh, sono tanto carini, magari lo recupero lo stesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me Marnie merita sempre un'occhiata perchè c'è a chi è piaciuto e a chi no.. chi ha un punto di vista, chi un altro.. alla fine c'è sempre tanta soggettività nel cogliere i messaggi dei film.

      Elimina
  7. Tokyo Magnitudo vorrei recuperarlo da un po', anche se è difficile che entri in modalità "voglio qualcosa di drammatico" XD mi è anche già stato spoilerato il finale >.< ma comunque non sono una persona "anti-spoiler", quindi me lo godrei lo stesso penso :)

    Cat Returns è uno dei pochi Ghibli che non ho ancora visto,ma sembra una visione piacevole :) mi hai anche chiarito il fatto del sequel! Avendo una grafica così diversa dal primo, non avevo ben capito in che relazione fossero XD

    Anche Marnie devo ancora vederlo purtroppo >-< spero di farlo presto, anche se non ho aspettative altissime. Ho il timore che sia un po' noiosetto, ma vedremo...^^

    RispondiElimina
  8. Di Tokyo Magnitude ho visto qualche episodio su Rai4, e pur essendo una persona dal sangue freddo mi ha angosciato un po'! Non sono un gran divoratore di anime (oddio, detta così...XD) ma in futuro ho intenzione di recuperarlo.

    The Cat Returns mi è piaciuto, ma io sono un gattaro quindi il mio giudizio non conta, ah ah.

    Marnie, come sai, mi è piaciuto molto, ma in giro ho letto di tantissime persone a cui non è piaciuto... Peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sangue freddo.. una lucertola!!! xD

      Marnie è un po' come Ponyo.. lo apprezza chi ci vede dentro qualcosa di bello.. io le cose belle le vedo in Ponyo e tantissimi altri non ce le vedono affatto! :p

      Elimina
  9. Non sapevo "Tokyo magnitude 8.0", ma leggendo la tua recensione me ne sono incuriosita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse per una persona giapponese, questo anime è ancora più impressionante! :s

      Elimina
  10. Nonostante mi sia commossa molto sul finale anche io non sono rimasta granché entusiasta di Marnie. Non so, sembra un insieme di eventi tenuti insieme alla meno peggio, conclusi frettolosamente quando gli autori si sono resi conto che avevano finito il tempo.

    The Cat Returns me lo segno, è un bel po' che vorrei vederlo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono nemmeno riuscita a commuovermi sul finale di Marnie.. magari quando lo rivedrò riuscirò a inglobarlo meglio, ma la prima impressione è stata abbastanza apatica! :s

      Elimina
  11. A me Marnie è piaciuto molto, anche se in certi punti l'estrema negatività della protagonista ha infastidito un po' anche me.
    Gli altri due li ho visti tempo fa, dovrei rivederli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non amo troppo i personaggi negativi che hanno tutto e non lo vedono e devono sempre essere spronati per fare qualunque cosa. A questo punto preferisco gli sfigati caparbi che sbattono mille volte la testa contro il muro ma non mollano mai! ;p

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...