lunedì 8 febbraio 2016

u prengepine.. e.. eh???

Sabato sono stata a Bari..
Immancabile spesa manga..

In fumetteria, buttati in uno scatolone, c'erano dei modellini di chitarre di Guitar Hero in offerta (giustamente chi cavolo le comprava???) e ho preso una confezione da portare a Ken.
Come al solito, le miniatue sono in scala 1:12 quindi sono sempre piccole per le Barbie, ma non ho resistito.. 
In mano a Ken, più che una chitarra, sembra un ukulele.. siam contenti lo stesso! xD

..a proposito di strumenti musicali; AnnMeri mi ha regalato qualche vecchio mobile appartenente alle Barbie della sua infanzia e ho deciso di tenere questi: un comodino con piccoli accessori, un inquietante quadro con cavalletto, un tavolino e un figherrimo pianoforte.
Ovviamente non so quando avrò modo di "usarli", ma ci sto lavorando.


Durante la mia passeggiata sono passata da La Feltrinelli e................ SHOCK!!!!
Il Piccolo Principe in dialetto barese... PERCHE'?
Che cosa mi dovrebbe donare un libro del genere in dialetto?
Ho potuto verificare che questa brillante "cosa" è stata diffusa in tanti altri dialetti.
Io l'ho trovata leggermente raccapricciante.
E' il mondo ad avere qualcosa che non va, oppure sono io???


Sono passata dal Disney Store.. ero tentata di comprare qualche bambola perchè c'erano delle offerte interessanti, ma alla fine ho preso solo una shopper e un kit di post-it ispirati a Zootropolis che non ho ancora visto ma che già so di amare.



Un po' di giorni fa invece, sono andata a caccia di rossetti leggermente glitterati; ho deciso di provare i Maybelline colorsensational.
Sono molto bellini, hanno un ottimo prezzo e sono esattamente come li cercavo.

26 commenti:

  1. Ma è davvero inquietante qual quadro!!
    Però potresti inventare una storia di un fantasma di una vecchia zia, ritratta appunta nel quadro da giovane! Magari il piano suona da solo.. di notte..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è una buona idea.. ahahahah! Un bel barbie/horror mi manca! xD

      Elimina
  2. Ahahah si anche io quando vidi El Cit Prinsi rimasi scandalizzata ma anche divertita, però alla fine non lo presi. Così, sapendo forse una frase in tutto del mio dialetto, non penso valesse la pena.
    E dopo soli 56 anni Ken avrà finalmente Barbie ai suoi piedi !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non ho una grande dimestichezza col dialetto ma, conoscendo il libro, penso che riuscirei a leggerlo... però non lo comprerei mai! Veramente non capisco questa cosa che hanno fatto.. :s

      Basterà un ukulele per conquistare Barbie? xD

      Elimina
  3. Quelle chitarrine di Guitar Hero: le voglio!
    Cavolo, ci fossero sconti così anche dalle mie parti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah.. e io che stupidamente mi chiedevo chi potesse desiderare una cosa del genere!
      Le ho pagate 5 euro.. non so esattamente il prezzo originale ma visto che dentro ce n'erano 2 le ho prese.. ^^

      Elimina
  4. Certo che quel libro in dialetto...ehm...perché?!
    Anche a me ispira il nuovo cartone Disney che spero di vedere ^^.
    In effetti una foto-storia horror ti manca XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che fanno libri in dialetto, ma una storia del genere secondo me non ha senso.. :s

      Elimina
  5. Per una storia horror, ti servirebbe una barbie simile a quella nel quadro, magari con poco ne trovi una.
    Hanno anche action figures alla fumetteria dove vai tu?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrò.. se avessi il tempo materiale di fare qualcosa... ^^

      Sì, hanno qualche action figure! ;)

      Elimina
  6. Ahah! Li avevo anche io dei mobiletti di Barbie di quel genere e mi piacevano perché era TUTTI inquietanti! Avevo uno specchio, una vasca da bagno se non sbaglio e mobili da camera da letto! Se non avessi dato via tutto qualche anno fa te li avrei mandati, li avresti potuti reinventare! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io da piccola non li avevo i mobili di Barbie.. hahahaha!
      Sto recuperando qualcosa ora solo per le fotostorie perchè non ho nemmeno spazio dove tenerli esposti! ^^

      Elimina
  7. Anch'io non vedo l'ora di vedere zootropolis! *___*

    Quanti strumenti musicali, le tue Barbie dovranno fare un corso accelerato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo aver visto Zootropolis credo che vorrò i peluches di tutti i personaggi.. ahhaha!

      Incaricherò i miei mici di insegnare alle barbie a suonare.. coff! coff!

      Elimina
  8. Il Piccolo Principe in dialetto, no, dai, è inquietante! L'editoria italiana sta diventando sempre più una brutta copia dei canali mediaset, deprimente davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io posso capire racconti locali o storie fatte per essere lette in quel modo; dopotutto il dialetto è anche una caratterizzazione da non dimenticare, ma il Piccolo Principe proprio no.. è una storia delicata, narrata in maniera dolce.. così diventa una cosa inguardabile!

      Elimina
  9. come sempre complimenti per la spesa mangosa :') questo mese ho provato anch'io l'ebbrezza di tornare a casa con una busta piena piena di manga e ti ho pure pensata xD non mi era mai successo! Comunque esistono varie versioni dialettali del Piccolo Principe e quando ho visto la versione in siciliano/catanese anche io mi sono chiesta che senso abbia O_O''

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le buste pesanti dei manga, la sfacchinata di portarle in giro stando attenti a dove e come le poggi, arrivare a casa e uscire tutta la roba chiedendosi dove cavolo metterla... non ha prezzo! xD

      Elimina
  10. ps. se ti interessa Zootropolis uscirà il 19 febbraio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di andare al cinema.. spero non mi deluda perchè ho aspettative altissime.. ahahahah!

      Elimina
  11. Una versione del genere del Piccolo Principe avrebbe lasciato perplessa anche me... perchè fare una cosa del genere?? :/

    La tua spesa mangosa mi ha ricordato che non ho ancora ordinato La Leggenda di Arslan, il cui primo volume mi è piaciuto tantissimo... ma temo di dover aspettare ancora, anche se a malincuore, dato che sto seguendo fin troppe serie al momento... U.U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io prendo un sacco di serie ma hanno uscite talmente sporadiche che non me ne rendo conto! @_@

      Elimina
  12. Ma vorrei questo libro "il piccolo principe" in dialetto barese...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà se riusciresti a leggerlo.. xD

      Elimina
  13. Il dialetto può sembrare qualcosa da ignoranti, invece fa parte della nostra cultura, è la lingua che i nostri avi parlavano prima che il dialetto fiorentino si diffondesse in quello che conosciamo oggi come italiano. Non bisogna ripudiarlo, certo, avere una conoscenza esaustiva e una buona pronuncia dell'italiano è fondamentale. Ma cosa c'è di male a parlare e leggere in dialetto? Ti fa schifo essere della Puglia? Probabilmente sì, visto il tuo blog molto weeaboo. Fidati che un giorno crescerai e ti renderai conto che ho ragione. Magari ti verrà persino voglia di leggere "U prengepine". :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il tuo saccente fiorentino è corretto, noterai che ho scritto che ho trovato stupido trasformare il libro de "Il Piccolo Principe" in dialetto e non che aborrisco il dialetto in generale..

      Probabilmente scrivo in barese e non mi comprendi!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...