mercoledì 9 novembre 2016

Evolution... et le monde truqué

Di recente mi sono imbattuta nel "particolare" film francese Evolution.
Su un'isola vivono esclusivamente donne con il loro figli maschi che hanno più o meno la stessa età.
Gli abitanti del posto si nutrono solo di alghe e dei frutti del mare. 
Nicolas è uno dei bambini che vive lì e che apparentemente sembra il solo a percepire che c'è qualcosa di strano in sua madre, in quell'isola, in se stesso..

Questo film è una specie di fantasy/horror.
Devo ammettere che, nonostante la sua leeeeentezza ha saputo rapirmi perchè credo che sappia donare allo spettatore delle prospettive intriganti.
Purtroppo resta un po' sconclusionato dato che non spiega nulla e lascia tutto all'immaginazione; non verrà spiegato chi siano realmente le donne dell'isola e perchè fanno quel che fanno (e fanno cose alquanto sinistre), ma dal titolo si può presupporre soltanto che vivano lì per un processo evolutivo dell'uomo (che capirete solo guardando la pellicola).
Personalmente mi è abbastanza piaciuto  nonostante le domande senza risposta, la mancanza di un concreto messaggio e alcune scene raccapriccianti, perchè mi ha lasciato una piacevole e macabra sensazione di mistero.
Direi che ha più fascino che sostanza...
*


Altro film (d'animazione stavolta) francese che mi è capitato è Avil et le monde truqué.
Immaginate che nel 1870, Napoleone III abbia incaricato degli scienziati di fare esperimenti sugli animali per trovare un siero che renda invincibili e vincere quindi la guerra contro la Prussia ma che, per un malaugurato incidente sia morto e che il suo successore non abbia mai optato per la guerra garantendo longevità al suo impero e alla sua dinastia.
Immaginate anche, che tutti i più grandi scienziati della storia siano spariti misteriosamente e che nel 1931 le scoperte scientifiche siano ancora ferme all'era delle macchine a vapore.
Immaginate che qualcuno faccia segretamente ancora ricerche sul siero che rende invincibili per aiutare un pianeta morente completamente privo di foreste e perennemente pervaso dai fumi del carbone.
Cosa ancora potrebbe accadere se la soluzione di tutto si trovasse nelle mani di una ragazzina che ha semplicemente cercato di salvare il suo gatto?

Questo film d'animazione mi è piaciuto molto.. devo ammettere che i film francesi dove c'è un gatto, sono sempre ben riusciti e, anche solo la presenza di questo gatto, merita la visione della pellicola.
Tralasciando i miei deliri da gattara, il film certamente è una critica ad una umanità che in qualunque tempo e spazio si evolva, tende sempre a usare ciò che la circonda con la presunzione di essere padrona assoluta del modo in cui vive senza considerare la presenza di altre forme di vita.
Molto curiosa e interessante l'evoluzione raggiunta dalle macchine a vapore che sfoggiano un perfetto stile steampunk.
Un'occhiata la merita perchè è un film davvero molto grazioso.
*




Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''

8 commenti:

  1. Mmmm... I film francesi (e spesso anche le bandes dessinées) in genere mi lasciano sempre una sensazione di incompletezza e la descrizione che dai del film mi fa temere che capiterebbe anche stavolta...
    Resto in attesa della prossima segnalazione di film / fumetti / animazioni GIAPPONESI ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I film francesi hanno un modo tutto particolare di essere quindi piacciono o non piacciono affatto.. ;p

      Elimina
  2. Avril et le monde truqué mi sembra interessante, me lo segno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel film è stata una bella sorpresa.. non è molto impegnativo e scorre che è un piacere. Mi ha lasciato una buona impressione!

      Elimina
  3. Avil et le monde truqué mi ispira! Cercherò di recuperarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un film molto carino.. merita di essere visto! ;)

      Elimina
  4. Risposte
    1. I film mi piacciono, se avessi tempo libero ne guarderei di più!|

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...