martedì 8 aprile 2014

ispirazioni alla realtà

Ultimamente mi sono dedicata ad un po' di film...

12 anni schiavo
Il film racconta della vera storia di Solomon, un talentuoso violinista di colore che viveva libero con la sua famiglia nello Stato di New York.
Nel 1841 viene catturato con l'inganno e venduto come schiavo in Louisiana dove rimarrà per 12 anni lavorando duramente per alcuni padroni.
Solomon sarà catapultato in un mondo completamente differente da quello a cui apparteneva; la famiglia, la dignità e la fiducia sembreranno un lontano ricordo perchè si ritroverà a vivere come un pezzo di carne senza anima fra altri uomini di colore che non possono fare a meno di rassegnarsi.
Solomon capirà subito che ribellarsi è assolutamente impossibile quindi cercherà di vivere coraggiosamente questa nuova condizione di vita conservando la speranza.

Il film mi è abbastanza piaciuto, avrebbe potuto essere più coinvolgente ma non lo è stato.. sicuramente c'è gente ormai stanca di film sulla schiavitù, ma è comunque una di quelle storie che cercano di insinuarsi in un angolo della memoria delle persone per ricordare all'uomo quanta sofferenza è esistita nel corso della storia.
*



47 Ronin
Una pellicola vagamente ispirata alla storia vera di 47 samurai rimasti senza padrone che decisero di vendicare il loro signore con la consapevolezza che, sia in caso di vittoria che di sconfitta, sarebbero morti.
Da questo film non mi aspettavo nulla ed in effetti non è stato particolarmente bello.. a tratti mi è sembrato anche ridicolo.
Tutto ruota attorno ad un tale Kai: un ragazzo mezzosangue allevato dai tengu (mostri della tradizione giapponese) e creduto un demone.
Kai viene accolto dal signore locale Asano e, nonostante sia malvisto da tutti e non goda del titolo di samurai, prenderà parte alla spedizione dei 47 ronin per vendicare il padrone che lo aveva accettato e che era stato costretto al seppuku (suicidio) per aver reagito ad un infimo inganno.
Non mancherà la smielata storiella d'amore con la figlia di Asano.

Il tutto sfocia nella solita americanata quindi non vi aspettate nulla di più che un film d'azione, abbastanza buono, vagamente ispirato al Giappone.

Una cosa carina, è stata vedere alcune interpretazioni di mostri giapponesi:
Non so se questa creatura
ha un nome preciso ma immagino
sia una qualche divinità dei boschi.
Una bellissima volpe.
Un tengu.
Indovinate? ..un drago..
Un.. ma che minchia è?
Si poteva sicuramente
fare a meno di certe
comparsate di pupù..
Fra l'altro appare per circa 2 minuti
e lo hanno piazzato anche in alcune
foto da locandina..
che cosa vergognosa!
*


Mr. Pip
Questo film mi pare non sia ancora arrivato in Italia.
Anche questa volta è più o meno ispirato a qualcosa di reale.
Matilda vive nell'isola Bougainville, provincia di Papua Nuova Guinea.
L'isola è ricca di rame e costantemente teatro di lotte per il possesso delle sue risorse.
Nel 1989 le miniere di rame vengono chiuse a causa di continui attacchi terroristici ed è proprio in questo contesto che Matilda riscopre la sua vita.
Dopo la chiusura delle miniere, tutti gli stranieri presenti, abbandonano l'isola a se stessa per evitare di essere coinvolti nelle guerriglie.
Rifornimenti e contatti col mondo esterno vengono bloccati e gli isolani nativi, senza le piccole comodità moderne, si ritrovano a vivere esclusivamente delle risorse del mare e della terra come era stato in passato.
Fra un popolo dalla pelle scura, spiccherà la carnagione dell'unico uomo bianco rimasto a Bougainville per accudire la moglie nativa del posto: Mr. Watts.
Mr. Watts, essendo l'unica persona colta e maggiormente civilizzata, viene incaricato di riaprire la scuola per i ragazzi del posto nonostante non sia un vero insegnante.
Così, da perfetto britannico, Mr. Watts, decide di far conoscere ai ragazzi Charles Dickens tramite il suo romanzo "Grandi speranze".
Grazie alla lettura quotidiana di questo libro, Matilda inizia a sognare di vivere delle avventure insieme a Mr. Pip (protagonista del romanzo) e a innamorarsi della sua figura in continua evoluzione in contrasto con una vita prigioniera su un'isola.
Tralasciando qualche attrito con sua madre che non approva la lettura del romanzo, la vita di Matilda sembra scorrere serena grazie alle sue fantasticherie, ma presto il sogno viene spezzato dall'arrivo dai militari.
Sull'isola giunge una piccola squadra di soldati che cerca i ribelli e che è insospettita da una scritta sulla spiaggia che riporta il nome di Pip.
A causa dei sospetti, dell''ignoranza e della severità dei militari, un semplice nome di fantasia porterà guai e scompiglio agli isolani e riporterà Matilda alla realtà.
Una storia non serve solo a fantasticare ma anche ad agire.

Il film è ben fatto, crudo ma piacevole.
Onestamente le motivazioni che spingono i militari a cercare disperatamente Pip mi sono sembrate un po' esagerate ma non vivendo in quel contesto, posso immaginare che ogni scusa fosse buona per abusare del proprio potere verso un popolo indifeso.
Purtroppo pecca dell'ignoranza dello spettatore... e quindi anche della mia!
Chi non ha letto "Grandi speranze" fa davvero fatica a seguirlo e a capire determinati passaggi.
Io sono andata a fare un bel po' di ricerche su Mr. Pip per riuscire a comprendere il più possibile! ^^
*






Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''

28 commenti:

  1. Il tipo tutto tatuato è Rick Genest, meglio conosciuto come Rico The Zombie, è un modello, visual artist e performer, molto amato da stilisti come Alexander Mc Queen e John Galliano, e anche nel mondo della musica, come Lady Gaga (appare nel video di Born This Way). La Tonner ne ha fatto una bambola, inoltre è anche testimonial della Dermablend, una casa cosmetica che produce un fondotinta coprente (c'è un video su youtube)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So chi è ma onestamente non lo tollero pure nei film.. sta diventando invasivo come Peppa Pig (che come sai preferisco cmq a Violetta.. i nostri discorsi folli li conosciamo solo noi!).. :p

      Elimina
  2. Cazzarola, ma la creatura dei boschi jap è molto molto simile alla forma mostruosa di Irvine (Arwain in italiano), un personaggio di Berserk!
    Ecco da dove ha preso spunto Miura, e ci sta, visto che Irvine è un cacciatore che si muove nei boschi! **

    http://media.animevice.com/uploads/0/321/27255-250px_irvine.jpg

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisognerebbe vedere anche da dove ha preso spunto il regista per darle quelle sembianze.. non so se esiste una idea precisa di come sia fatta questa bestia.. :s

      Elimina
  3. 47 Ronin come sai, è stata una delusione anche per me...
    Gli altri film non li ho visti e di Dickens conosco poco sinceramente ^^'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo siano film che fanno per te.. :p

      Elimina
  4. Io non vedo film da un po', ultimamente mi intrigava 'I fiori della guerra' che ho letto essere tratto da un libro a sua volta ispirato ad una storia vera ambientata in Cina ai tempi dell'invasione da parte dell'esercito giapponese, il titolo originale dell'opera dovrebbe essere 'I tredici fiori della guerra' scritto da Geling Yan!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo film "i fiori della guerra".. nella mia lista Amazon c'è il dvd perchè mi è davvero piaciuto!
      Io lo vidi con i sottotitoli un paio di anni fa.. ne ho parlato qui:
      http://nyu81oresama.blogspot.it/2012/05/top-maggio-2012.html

      Elimina
  5. Quando ho sentito che avrebbero fatto un film sulla vicenda dei 47 ronin ho pensato: "Devo vederlo!"
    Poi ho visto i trailers, ho letto la trama e ho pensato: "Meglio non vederlo"
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, se vuoi dargli un'occhiata ironica va bene ma se speri di trovare qualcosa di serio e attendibile allora non va proprio bene!

      Elimina
  6. Io amo Dickens, e Grandi Speranze è uno dei mie libri preferiti, quindi sono molto incuriosito da Mr Pip!
    Grazie a te Nyu, copro sempre dei film interessantissimi <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. volevo dire *scopro! XD

      Elimina
    2. A volte invidio la tua cultura letteraria.. mi perdo sempre molte cose a causa delle mie scarse letture! :s

      Non so se il film riesce a comunicare l'interpretazione del romanzo e le fantasie di una ragazza che vive in un'isola priva della cultura europea perchè non ho letto il libro e non so quale possa essere la giusta chiave di lettura, ma spero che possa in qualche modo piacerti!

      * Coprire, scoprire.. l'importante è sapere che certi film ci sono.. ;p

      Elimina
  7. Sigh, volevo vedere 47 ronin, ma mi dicono tutti che è uno schifo. Mr. Dean mi ispira! Grazie, non lo conoscevo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I "47 ronin" è un semplice film d'azione che si può guardare quando non non hai niente di meglio da vedere.. diciamo che si può vivere anche senza.

      Elimina
  8. 12 anni schiavo l ho visto anche io e non mi è dispiaciuto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciucchiato ma poteva certamente essere fatto meglio..

      Elimina
  9. Quello che appare su 47 ronin per soli 30 secondi (e non si sa perchè sta in locandina) è Rick Genest, detto anche Zombie Boy! Un tipo un po' particolare... :P Sono andata al cinema sapendo che c'era anche lui nel film e alla fine appare a malapena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So chi è perchè spunta di qua e di là ma secondo me non centra nulla.. è stata una scelta di cattivo gusto!

      Elimina
    2. Poteva aver senso se avesse avuto una storia sua o rilievo per delle situazioni, ma per come è andata sono daccordo con te, è stata solo una scelta per attirare persone al cinema (e lo dimostra il fatto che è in locandina e a malapena si vede durante il film)!

      Elimina
    3. In pratica è il tipico passante a cui si chiedono indicazioni per strada.. "scusi, mi sa dire dov'è via Orsi?" - "prosegua dritto e giri a destra al secondo isolato".
      FINE COMPARIZIONE... WOW!
      Mettiamolo in locandina!

      Elimina
  10. 47 Ronin l'ho trovato un film chiassoso, da vedere solo per puro divertimento.
    Però, non si nega che si potesse fare meglio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se fosse stato condito con un pochettino meno "America" sarebbe stato meglio!

      Elimina
  11. ciao, io ho visto solo 12 anni schiavo e 47 ronin, mr pip ancora non l'ho visto e grazie per averlo segnalato, mi sono messa tra i tuoi sostenitori, se vuoi puoi passare anche da me :)
    http://lafabricadeisogni.blogspot.it

    RispondiElimina
  12. 47 Ronin sembra bello, ahahah lui è Rick Genest, conosciuto in rete col nome "zombie boy" ... lo hanno messo sulla locandina perché attrae le tumblr girl e quindi c'era più possibilità che queste andassero a vedere il film al cinema :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povere illuse tumblr girl.. non credo raggiunga i 2 minuti di apparizione nella pellicola.. :p

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...